Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Addio al Green Pass e mascherine

02/05/2022 by Mariano Iraci

Addio al Green Pass e mascherine, ma serve prudenza

La tabella aggiornata ieri, pubblicata sul sito del governo, elenca le uniche attività per le quali è ancora richiesto il Green Pass. Per i lavoratori di ospedali e RSA è obbligatorio il Green Pass rafforzato (vaccinazione o guarigione) fino al 31 dicembre 2022, mentre le visite sono consentite con ciclo vaccinale primario e test negativo, guarigione e test negativo o terza dose.

Obbligatorio fino al 31 maggio 2022 il Green Pass base per i viaggiatori che arrivano in Italia dall’estero, ma non è più necessario compilare il PLF (Passenger Locator Form). L’obbligo di vaccinazione resterà in vigore fino al 15 giugno per insegnanti, personale scolastico, forze dell’ordine e in generale per tutti i cittadini over 50.

In base all’ordinanza firmata dal Ministro della Salute è obbligatorio indossare la mascherina FFP2 fino al 15 giugno 2022 per:

  • aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone
  • navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale
  • treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità
  • autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti
  • autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente
  • mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale
  • mezzi di trasporto scolastico dedicato agli studenti di scuola primaria, secondaria di primo grado e di secondo grado
  • spettacoli aperti al pubblico che si svolgono al chiuso in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali assimilati, eventi e competizioni sportive che si svolgono al chiuso
  • lavoratori e visitatori delle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, incluse le strutture di ospitalità e lungodegenza, le residenze sanitarie assistite (RSA), gli hospice, le strutture riabilitative, le strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti

È invece raccomandato indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie (sufficiente la mascherina chirurgica) in tutti i luoghi al chiuso pubblici o aperti al pubblico. Le aziende private possono tuttavia decidere in autonomia se trasformare la raccomandazione in obbligo. Chiaramente è consigliato portare con sé la mascherina e indossarla in caso di assembramenti.